24 Ottobre 2020
news

Scelta personale, non di gruppo quella fatta da Gianmarco Lombardo, mai discussa con la segreteria: lo afferma Giuseppe Migliastro.

04-01-2016 00:38 - S. TERESA DI RIVA
La scelta di Gianmarco Lombardo di accettare la proposta di far parte della nuova giunta di Cateno De Luca non ha trovato l’assenso di più di un membro del coordinamento comunale dei Democratici Riformisti, Sicilia Futura della sezione di S. Teresa che fa capo all’on. Giuseppe Picciolo.

Una scelta personale quella dell’ex segretario di DR che subito dopo la nomina si è autosospeso ( al suo posto è stato nominato commissario il papà Giuseppe Lombardo), non che viene dalla base, tanto meno in accordo con i vertici provinciali e regionali di Sicilia Futura. Al riguardo ha espresso pubblicamente il suo stato d’animo un rappresentante della sezione di S. Teresa di Riva – ovvero Giuseppe Migliastro:

“In qualità di membro del coordinamento comunale dei Democratici Riformisti – Sicilia Futura di S. Teresa di Riva, alla luce degli ultimi avvenimenti legati alla politica comunale e al comunicato ufficiale del coordinatore provinciale Calderone ci tengo a precisare che prendo ufficialmente le distanze dalla decisione del signor Lombardo di accettare l’incarico di assessore della Giunta del sindaco Cateno De Luca, non condividendone in alcun modo i tempi e soprattutto i modi con cui è maturata tale scelta, da ritenersi fatta a titolo assolutamente personale e non di gruppo poiché mai concordata né discussa con la segreteria comunale di appartenenza.

Comportamento questo che potrebbe minare la compattezza della segreteria tutta, poiché alla base di ogni aggregazione sociale, ivi incluse ovviamente quelle politiche, vi è, e deve necessariamente esserci il dialogo, la condivisione e l’unione di intenti”
TAORMINA
VIDEO

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio