25 Febbraio 2021
news
percorso: Home > news > Cultura

S.Teresa di Riva: “Tutte le volte che ho pianto” di Catena Fiorello a Villa Crisafulli Ragno. Incontro con l’autrice domenica 9 giugno.

07-06-2019 13:33 - Cultura
Catena Fiorello, un nome, una scrittrice, una donna che il pubblico ha iniziato a seguire, a leggere incantato e ad apprezzare negli anni, fa ritorno nella sua Isola madre per sponsorizzare il suo ultimo libro, edito da Giunti dal titolo “Tutte le volte che ho pianto”.

Un altro successo letterario per l'autrice siciliana?
Glielo auspichiamo con sincero affetto poiché per noi è un'autrice nota, conosciamo il tratto della sua penna, lo scorrevole raccontarsi attraverso i suoi personaggi, così intimi, saldi nei valori e nel coraggio di impegnarsi nella vita, riuscendo a colmare desideri e speranze nei luoghi a lei così cari.

Pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo, attraverso la lettura i suoi personaggi diventano i tuoi, le storie rapiscono, inizi ad immedesimarti tra le righe lette.
Divori il libro e ti rattristi che stia per terminare la storia, perché è questo ciò che accade coi racconti di Catena Fiorello.

Spumeggiante, creativa, solare e privata allo stesso tempo, sa dare ai suoi racconti il suo sguardo, personale e convolgente, carico dell'energia della sua terra.
Condivide col lettore parte di sé, può essere un ricordo trasportato nelle pagine oppure la capacità di scommettersi e rinnovarsi.
I libri di Catena si leggono con calma em nel frattempo cominci a fare un viaggio con lei che non termina con l'ultima parola del libro, sai che la sua compagnia tornerà in un'altra storia e ti ritroverai ancora in viaggio, altrove, con una ‘cara' amica che hai imparato a conoscere, e sarà piacevole.

Questo è quanto personalmente mi è capitato dopo la presentazione di un suo libro a Taormina nel 2013 in un noto albergo della cittadina.
Ricordo con piacere quella data, era stata l'elezione di Papa Francesco e tornavo a casa dopo aver conosciuto e salutato Catena Fiorello, in auto il suo libro, la radio diffondeva la notizia dell'attesa fumata bianca e per me si concludeva una serata emozionante.
Da quel giorno la sua scrittura è entrata nella lista dei miei autori preferiti ed è sempre un bel ritrovarsi un nuovo scritto tra le mani.

E' stata una gioia gradita avere appreso che a S. Teresa di Riva, domenica 9 giugno, alle ore 18:00, presso Villa Crisafulli Ragno, sede del Palazzo della Cultura, Catena Fiorello presenterà il suo nuovo romanzo “Tutte le volte che ho pianto”, ed. Giunti nell'ambito degli eventi culturali DEMEA.
A fare gli onori di casa, il Sindaco, On. Danilo Lo Giudice e l'Assessore alla Cultura, Annalisa Miano.

In questi giorni, la scrittrice siciliana è in tour per promuovere il suo libro, presente nelle librerie già dallo scorso febbraio.

"Sono molto contenta di accogliere, nella nostra comunità una artista siciliana, scrittrice e conduttrice televisiva come Catena Fiorello - ha dichiarato l'assessore Miano - Domenica 9 giugno, nei giardini di Villa Crisafulli Ragno, ci sarà la presentazione del suo ultimo libro. Invito tutta la cittadinanza a presenziare questo momento culturale di grande spessore che l'Amministrazione Comunale ha promosso con orgoglio - conclude Miano - perchè vede una siciliana passionale, un'artista e una donna che si è certamente affermata in maniera impeccabile. Vi Aspettiamo per condividere questo bellissimo momento."

Cosa racconta “Tutto le volte che ho pianto”?
E' un libro autobiografico?
No, non è autobiografico, ma attraverso la storia narrata della protagonista, Flora, ogni donna saprà riconoscersi ed immedesimarsi per la tenacia e il coraggio con il quale si affronta la vita e ci si rialza dopo le cadute che essa ci presenta nel nostro cammino.

Flora è una donna del Sud, che ha nel cuore un grande pena da quando ha fatto i conti con la morte tragica della sorella. Una perdita che non riesce a superare mai definitivamente.
Poi c'è il sogno del matrimonio, infranto dai tradimenti del marito Antonio, mai dimenticato, seppur distante e una figlia adolescente che ama il padre.
Ci sono le difficoltà e l'impegno nel mantenere attivo il bar che gestisce, ottemperando anche i doveri di figlia nei confronti dell'anziana madre, rimasta vedova.

I momenti di conforto che Flora vive sono pochissimi e li vive in solitaria quando si lascia trasportare dalla bellezza e dal silenzio dei suoi luoghi nativi.
Il sole, il mare, la spiaggia, la corsa rilassante e poi sì… le sorprese che attendono di fare capolino e di rimescolare la vita di ciascuno di noi, così come in Flora.
Nuovi incontri, nuovi pensieri, anche piacevoli sì, continuare a credere ai sentimenti, ai valori, avendo la capacità di guardarsi dentro, non temere di piangere, interrogarsi e compiere le proprie scelte.

L'autrice, in una precedente intervista, ha dichiarato “Piangere per me è quel momento in cui la verità prende il sopravvento e sfonda tutte le porte, anche quelle serrate con forza. Piangete, lasciatevi andare, guardatevi dentro, e non rimpiangete nulla”.

E' un libro capace di parlare alle donne e non è solo per le donne.



Fonte: Rosa Anna Salsa
ECONOMIA & FINANZA

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio