07 Luglio 2020
news
percorso: Home > news > Attualità

Messina - Lotta al lavoro nero: sospese tre attività ed elevate sanzioni per 70 mila euro.

10-12-2014 23:28 - Attualità
I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del Comando Provinciale di Messina, negli ultimi quindici giorni hanno proseguito nei controlli aziendali a Messina e in tutta la provincia. Nell´ambito di questi servizi finalizzati al contrasto del lavoro "nero", d´intesa con il direttore della Direzione Territoriale del Lavoro di Messina, l´Arma peloritana e gli ispettori del lavoro civili, hanno sottoposto a vigilanza ispettiva varie aziende fra commercio, edilizia e trasporti.

I Carabinieri e gli Ispettori del Lavoro hanno complessivamente:

ispezionate 52 aziende e verificate 83 posizioni lavorative a Messina e provincia;
scoperto 14 lavoratori "in nero": non tutte le posizioni "in nero" prevedono anche la sospensione dell´attività imprenditoriale che interviene solo laddove il numero dei lavoratori in nero sia uguale o superi il 20% dei lavoratori dipendenti;
intimato la sospensione dell´attività imprenditoriale di un´impresa commerciale a Brolo(Me) per avere impiegato 1 lavoratore "in nero" su 2 presenti al momento del controllo;
sospesa una seconda attività imprenditoriale di un´impresa commerciale a Capri Leone(Me) per avere impiegato 1 lavoratore "in nero" su 3 presenti al momento del controllo;
sospesa una terza attività imprenditoriale di un´impresa commerciale a Torrenova(Me) per avere impiegato 1 lavoratore "in nero" su 3 presenti al momento del controllo;
deferito alla Procura della Repubblica un imprenditore commerciale di S. Stefano di Camastra(Me) per avere utilizzato un impianto di videoregistrazione e sorveglianza senza l´autorizzazione della Direzione Territoriale del Lavoro di Messina, né accordo sindacale.

I 3 commercianti sospesi hanno subito ottemperato alle prescrizioni ed regolarizzati i dipendenti in nero versando le sanzioni aggiuntive per un totale di 11850,00€. Tutti i commercianti nei cui esercizi sono stati scoperti i 12 lavoratori in nero dovranno versare i contributi previdenziali e assistenziali obbligatori non corrisposti ai dipendenti, oltre a corrispondere una maxi sanzione di 4000€ per ogni lavoratore scoperto "in nero". Sono state contestate sanzioni amministrative per oltre 70.000,00€ : come già detto in passato il "lavoro nero" allorché emerge costa di più del lavoratore tutelato a norma di legge.

TAORMINA

VIDEO


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account