21 Ottobre 2021
news
percorso: Home > news > Furci Siculo

Furci Siculo: Giovane studentessa "strangolata" dal compagno che poi tenta il suicidio. Il Sindaco Francilia: "E' un dramma, siamo sconvolti".

31-03-2020 12:34 - Furci Siculo
Furci Siculo - Tragedia domestica si è consumata stamattina a Furci Siculo, un brutto risveglio per una piccola Comunità in provincia Messina, una giovane studentessa della Provincia di Agrigento, precisamente di Favara (iscritta in Medicina e Chirurgia all'Università di Messina), Lorena Quaranta è stata strangolata dal suo compagno con cui conviveva, Antonio De Pace, un coetaneo calabrese di Vibo Valentia, anche lui studente di Medicina a Messina.
I due giovani - foto tratta dalla pagina Facebook

Non è chiaro cosa sia accaduto in quella abitazione nè il movente che ha portato al drammatico gesto. Non è ancora chiaro cosa sia successo tra i due ma la prima ricostruzione fatta dalla forze dell'ordine, il tutto sarebbe nato da un litigio, Antonio De Pace avrebbe soffocato la ragazza, subito dopo ha chiamato il 112, nel frattempo, forse rendendosi conto dell'accaduto ha cercato il suicidio ferendosi con un coltello e procurandosi tagli ai polsi e al collo, tentativo fallito dall'arrivo dei Carabinieri giunti prontamente nell'abitazione della tragedia in Via delle Mimose, a monte del paese, trovandolo in stato confusionale.

Nonostante l'arrivo dell'ambulanza del 118, non c'è stato niente da fare per la giovane studentessa.

Sul luogo della tragedia che ha sconvolto la riviera jonica messinese, oltre ai Carabinieri della Stazione di S. Teresa di Riva con il comandate Maurizio La Monica, i militari della Compagnia di Taormina con il capitano Arcangelo Maiello, l'ambulanza del 118, il medico legale.

In attesa di conoscere nei dettagli di come sono andati i fatti, il giovane Antonio De Pace è stato portato al Policlinico di Messina, dall'ambulanza del 118 insieme ai Carabinieri della Stazione di S. Alessio per le cure di circostanza.

Adesso il giovane calabrese Antonio De Pace (ore 13.00), si trova nei locali della Stazione dei Carabinieri di S. Teresa di Riva dove è in atto l'interrogatorio. Intanto nella casa della tragedia, si trovano i carabinieri della Sezione Rilievi Scientifici del reparto investigativo del Comando Provinciale di Messina e il medico legale Daniela Sapienza.

Seguono aggiornamenti....


Le dichiarazioni del Primo Cittadino Furcese – Matteo Francilia (rilasciate all'agenzia AdKronos): “E' un dramma nel dramma. Stamattina ci siamo svegliati con la notizia di questa tragedia. Siamo sconvolti. “Non conoscevo né la vittima né l'assassino – spiega il primo cittadino che si è recato immediatamente sul posto -. Dalle poche notizie che ho potuto raccogliere pare che entrambi non fossero originari di Furci Siculo. Confidiamo nel lavoro dei carabinieri e della magistratura per fare luce su quanto accaduto, ma ogni forma di violenza, ancora di più se commessa ai danni di una donna – precisa il primo cittadino - va condannata senza se e senza ma. Chi si macchia di simili gesti deve marcire in galera. La nostra comunità da sempre è in prima linea nel contrasto alla violenza di genere, abbiamo istituito un centro di ascolto e anti-violenza, ecco perché una simile notizia ci addolora profondamente”.

Foto tratte dalla pagina facebook della vittima.



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari