31 Ottobre 2020
news

Entra nel vivo la campagna elettorale a Savoca: le strategie dei capi-elettori. All´orizzonte in arrivo il "Supremo".

10-02-2015 22:12 - VALLE DELL´AGRO´
Sembra infiammarsi all´improvviso la campagna elettorale nel Comune di Savoca: al dire il vero le prime manovre elettorali sono iniziate subito dopo le festività natalizie. Come da tradizione politica a Savoca, nulla viene fatto alla luce del sole, infatti, i summit si fanno nelle ore notturne per non scoprire "le proprie carte" da gioco.
Sembra che i politicanti savocesi, abbiamo paura di informare l´intera cittadinanza sulle proprie intenzioni, quei elettori che poi tra due mesi andranno alle urne per indicare l´Amministrazione Comunale che dovrà guidare per i prossimi cinque anni il palazzo comunale, attualmente retto dal Commissario ad acta Rosanna Carrubba.
La grande novità di questa campagna elettorale che sembra entrata nel vivo è la presenza in campo di grandi "capi elettori", di coloro che secondo la loro ideologia politica dettano le condizioni all´interno del proprio gruppo, ma soprattutto nel dialogare con altre anime savocesi mettono sul piatto, non un programma serio per rilanciare il paese di Savoca (ricordo a me stesso, ai cittadini savocesi, soprattutto ai politici che in questi anni hanno gestito la res pubblica............il Comune di Savoca è ha rischio "fallimento"......) bisogna creare una coalizione che non pensi alla poltrona da occupare o farsi chiamare consigliere comunale o assessore, una volta eletto.....va a riscaldare la poltrona oppure non ha alcun interesse per le problematiche dei cittadini.

Ricordo ancora che le problemantiche da affrontare saranno molte, le decisioni da prendere anche drastiche saranno dure, forse anche impopolari. Occorre un gruppo di lavoro che si rimbocchi le cosidette maniche per trovare le giuste soluzioni che sviluppi delle idee per uscire dal tunnel. Voi vi chiedete cosa c´entra questo con la campagna elettorale? Proprio in questa fase si gettano le basi per una vita-amministrativa futura!!!!! Ho accennato all´inizio della novità in questa fase di campagna elettorale della presenza nelle riunioni notturne in quel di Contura, sede naturale di ogni tornata elettorale, di capi-elettori. All´improvviso mostrano un particolare interesse, come al solito si fanno vivi solo in questo periodo per poi scomparire dalla scena subito dopo.

Ben vengano i capi-elettori di Savoca, come è giusto, non capisco, anzi faccio finta di non capire, di quei personaggi che dicono la loro nelle riunioni, quando non sono savocesi, dettano anche le condizioni: tizio non può essere con noi perché.........., oppure su quello garantisco io.......so come fare.........dobbiamo convincere quello (appartiene ad una famiglia numerosa). Oppure la cosa ancora più grave, come afferma qualche capo-elettore: solo io sono in grado di dialogare con altri gruppi politici....... Si parla di tutto, ma non come affrontare ed risolvere i veri problemi che attanagliano il paese di Savoca. Occorre umiltà cari politcanti.

Capi-elettori che dispongono le strategie sulle spalle altrui, complice anche qualche capo-elettore savocese, penso che i cittadini savocesi questa volta non si faranno bindolare dalle chiacchere: chiedono chiarezza, trasparenza, ma soprattutto senso di responsabilità. Perché questi capi-elettori non scendono in campo in prima persona!!!! Mi spiego meglio: qualche settimana fa chiaccherando con un amico ovviamente nato, cresciuto e vissuto a Savoca, profondo conoscitore della vita politica savocese, non poteva mancare il riferimento all´attuale situazione politica.

".......scusa la mia poca conoscenza nelle varie strategie elettorali (fa il modesto) , ma chi sono questi capi-elettori savocesi, con la scusa di avere un pacchetto di voti credono che possano dettare le proprie condizioni. Non hanno capito nulla, io ho qualche anno più di te, della politica sono allergico, ma non stupido per non capire quello che sta succendo a Savoca. Perché non si candidano loro visto che solo loro sanno come fare politica, anziché pilotare dietro le quinte il proprio candidato "come una pedina" con la promessa, stai tranquillo ti passiamo i voti. La pedina ci mette la faccia, in caso di vittoria i capi-elettori vanno ad occupare la poltrona di assessore oppure tra le richieste avanzate anche quella di vice-sindaco, in caso di sconfitta, questi presunti capi-elettori ....nessuna traccia, pronti a dare la colpa ad altri........"

Ha ragione questo anziano signore dai capelli bianchi.......gli ultimi due anni di vita politica amministrativa (con le dimissioni del primo cittadino e degli assessori) con l´arrivo del Commissario, non ha insegnato nulla a tali politici, occorre umiltà, un gruppo che prenda a cuore le sorti di Savoca, non dobbiamo commettere l´errore fatto dai cittadini di S. Teresa di Riva: Savoca ha le giuste personalità nel proprio territorio per essere governata, non ha bisogno di "stranieri" che hanno annunciato la propria candidatura a Savoca. Sembra che il territorio di Savoca sia diventato terra di conquista per le proprie ambizioni, lo dico a voce alta .......questo non deve succedere dobbiamo difendere la nostra identità giusta o sbagliata che sia con le nostre risorse interne. Ritornando ai capi-elettori sventolano i propri numeri nelle trattative con i possibili candidati alle amministrative di Primavera: Nino Bartolotta, Cettina Pizzolo e Carmelo Crisafulli candidato sembra anche se non ancora ufficiale dell´amministrazione uscente capeggiata da Paolo Trimarchi.

Già si conoscono questi nominativi, delle personalità di spessore che stanno lavorando nella costruzione di una coalizione, diciamo di un gruppo coeso con l´unico obiettivo di lavorare per rilanciare Savoca. In tutto questo non bisogna dimenticare il lavoro svolto in questi due anni da Savoca Democratica convinta nel portare avanti le proprie idee nel bene del paese, è disposta a fare un passo indietro nella candidatura alla più alta carica cittadina (due anni fa Rosario Famulari ha sfidato il rivale Paolo Trimarchi), sembra che abbia trovato l´intesa con il gruppo capeggiato dall´ex Sindaco ed assessore regionale Nino Bartolotta, su una base di un programma politco non di poltrone. Intanto all´orizzonte sembra arrivare il ciclone dal nome particolare "il supremo" che vuole conquistare la terra di Savoca.
TAORMINA
VIDEO

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio