02 Dicembre 2020
news
percorso: Home > news > SPETTACOLI
Taobook 2014

Taormina - Taobuk presenta «Perché proviamo ciò che proviamo» di Frazzetto

05-02-2014 21:46 - SPETTACOLI
Taobuk rinnova per questo pomeriggio l´appuntamento con le belle lettere e ... letture. Oggi, a partire delle ore 17.30 al Cine-Teatro Don Bosco di Taormina, nei pressi di Piazza IX Aprile, si presenterà l´ultimo lavoro di Giovanni Frazzetto, pluripremiato scienziato trentenne di origini siciliane, dal titolo "Perché proviamo ciò che proviamo", edito da Rizzoli.
Chi parlerà di emozioni è uno scienziato, con laurea in biologia molecolare all´University College di Londra alla quale son seguiti un PhD ad Heidelberg, una collaborazione con la celebre London School Of Economics e un lavoro di ricerca presso il prestigioso Institute for Advanced Study di Berlino. L´incontro, come ci ha da tempo abituati Taobuk di Antonella Ferrara, sarà certamente interessante, così come lo è stato l´ultimo con l´autrice Silvia Avallone, che nei locali di Palazzo Duca S. Stefano ha presentato il suo secondo manoscritto "Marina Bellezza".
Entusiasmo e apprezzata accoglienza hanno caratterizzato la serata di giovedì scorso da parte del pubblico presente. Dopo "Acciaio", la scrittrice Avallone, coadiuvata dal moderatore Alfio Bonaccorso, ha presentato in grandi linee la trama di "Marina Bellezza" condividendo con gli uditori aneddoti e pensieri che l´hanno spinta a scrivere la storia di Marina e Andrea, i "due pionieri" giovanissimi che vivono in quello che l´autrice definisce metaforicamente il "Far West" di ogni luogo, città e nazione, al tempo di oggi segnato dall´annichilimento dei valori e dalla forza coraggiosa della gioventù odierna di continuare a sognare e determinarsi un futuro. Anche quest´ultimo lavoro di Avallone è edito da Rizzoli, come il precedente "Acciaio", che ha scalato le classifiche dei libri maggiormente apprezzati dal pubblico lettore.
Silvia Avallone, nel fare tappa anche a Taormina per presentare "Marina Bellezza", ribadisce nuovamente che, se nel suo primo scritto, che tanto successo ha ottenuto, l´ambientazione è quella di una società benestante in una Nazione, l´Italia, competitiva e vincente, seppur vista dalla parte delle fabbriche e degli operai, questa seconda opera, maturata al tempo della crisi, vuole essere un messaggio di speranza soprattutto per le generazioni più giovani.
"Ho voluto far capire - dice l´autrice - che la fuga all´estero per quelli della mia generazione non è l´unica strada, ci sono altre possibilità e credo che queste debbano venire dalla provincia, che nel libro si sviluppa a Biella". La storia d´amore dei due pionieri, Marina ed Andrea appunto, si svolge in questo paesaggio. Lei, ventenne e di una bellezza assoluta, cerca una strada facile, andare in città e prendersi tutto, fama e denaro. Mentre Andrea vuole riappropriarsi delle sue origini, anche se questo significa sporcarsi le mani, riprendere la pastorizia nella vecchia cascina del nonno tra i monti del Biellese.
Una storia d´amore tormentata, specchio anche dei tempi moderni; Marina e Andrea vivono l´attrazione, sperimentando anche la non sopportazione dell´altro, ma s´innesca quel ´quid´ che segna il rapporto tra i due: trovarsi e lasciarsi, il perdersi e il ritrovarsi, lo stare lontani nello spazio senza però assentarsi dal pensiero e dal cuore dell´altro.

Fonte: di Rosa Anna Salsa
MESSINA E PROVINCIA
VIDEO

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio