31 Ottobre 2020
news

Savoca dice no alla Violenza....al Femminicidio attraverso il "Tappeto della vita"

17-03-2017 01:31 - VALLE DELL´AGRO´
.........Savoca dice stop alla violenza........STOP al Femminicidio..... La violenza distrugge ciò che vuole difendere, la dignità, la libertà e la vita delle persone......... Tu sei un fiore, non lasciare, che ti calpestino.........Una donna ti ha dato la vita...ama la tua donna...... Solo un piccolo uomo usa violenza sulle donne per sentirsi grande.......

Questi i messaggi che partono dal "Borgo più bello d´Italia" nella lotta contro il femminicidio e la violenza di ogni genere......attraverso "il tappeto della vita" dalla porta Medievale della Città alla Chiesa di S. Lucia, lungo oltre 200 metri per dire " basta alla violenza, al maltrattamento, alla sottomissione delle donne, usate in certe parti della terra come "oggetti" da usare è poi da gettare. E´ il momento di dire basta, di sensibilizzare, di denunciare, di prendere coraggio, di dare più forza alle donne.

Le donne di Mandanici, le donne di Savoca, di Forza D´Agrò, di Nizza di Sicilia, di Pagliara, di S. Teresa di Riva, le donne della riviera jonica attraverso la realizzazione del tappeto della vita hanno lanciato il proprio messaggio che può essere sintetizzato nella dichiarazione dell´Assessore Maria Carmela Miuccio "la cultura della non violenza regni in tutte le persone dai più piccoli ai più grandi, ad iniziare nel mondo della scuola la base di partenza nell´educazione e crescita culturale dei giovani". Una giornata di riflessione contro la violenza alle donne ma soprattutto contro ogni forma di violenza e di libertà".

"La maggior parte delle persone che vivono in condizioni di povertà sono donne. Milioni di donne subiscono violenza, non possono lavorare, sono analfabete. Ovunque nel mondo le donne hanno minore accesso alla terra, all´istruzione, alla tecnologia, ai processi decisionali. Sono inoltre maggiormente esposte alla violenza, almeno una volta nella vita, 3 donne su 10 in tutto il mondo ha subito violenza, sessuale - come riporta Actionaid - sia nella sfera domestica, sia in ambito pubblico. Spesso, le donne subiscono violenza fin da piccole.

Tale grido di allarme è stato lanciato prima a Mandanici lo scorso Novembre grazie all´iniziativa di Anna Misiti (Presidente del Consiglio Comunale di Mandanici), dopo a Savoca domenica 12 Marzo, grazie ad un´altra donna Maria Carmela Miuccio (Assessore ai servizi sociali di Savoca), il tappeto della vita in un percorso itinerante ha lanciato è vuole continuare a lanciare il proprio "grido di allarme" difendiamo la creatura che ci dà la vita.

L´iniziativa voluta fortemente dall´Assessore Miuccio nella cittadina savocese ha avuto anche la benedizione da parte della Chiesa attraverso Padre Giacalone e Padre Broccio, i due parroci savocesi a fianco delle donne.

Poi il momento di riflessione attraverso un dibattito tenutosi nella Chiesa di Santa Lucia, dove erano presenti per testimoniare il loro impegno in difesa della donna: oltre al Sindaco di Savoca - Nino Bartolotta che ha fatto gli onori di casa, hanno partecipato il Presidente del Consiglio Comunale di Mandanici - avv. Anna Misiti - ideatrice della prima tappa del "Tappeto Itinerante", Il Presidente Centro " Al Tuo Fianco" avv. Concetta La Torre, il Presidente CEDAV di Messina avv. Carmen Currò, il dirigente scolastico Istituto Comprensivo di S. Teresa di Riva - dott.sa Enza Interdonato e dell´Istituto Superiore Caminiti-Trimarchi di S. Teresa di Riva la dott.sa Maria Carmela Lipari, il Presidente Associazione "Telefono Rosa" sez. di Bronte - avv. Antonella Caltabiano, il Presidente Associazione "Anolf Onlus Messina" avv. Carlo Mastroeni, il Presidente Fidapa - Arch. Angela Muscolino. Coordinatrice dei lavori la prof.sa Maria Carmela Miuccio , assessore ai servizi sociali di Savoca.



Fonte: di "M.Muscolino"
TAORMINA
VIDEO

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio