21 Maggio 2022
news
percorso: Home > news > GIARDINI NAXOS

Giardini Naxos: Sabato 27 Maggio "Convegno internazionale" del Partito Comunista contro il G7 di Taormina.

25-05-2017 18:04 - GIARDINI NAXOS

Giardini Naxos - "Né terra, né mare, né aria per gli imperialisti" questo il tema del Convegno Internazionale lanciato dal Partito Comunista (PC) in occasione del G7 di Taormina e che vedrà la partecipazione di rappresentanti dei partiti comunisti di paesi del mediterraneo che si battono unitariamente per l´uscita dei propri paesi dall´UE e dalla NATO.

Il Convegno Internazionale si svolgerà in contrapposizione al Vertice, sabato 27 maggio alle ore 11, presso l´Assinos Palace Hotel di Giardini Naxos (Me), in via Consolare Valeria 33, con l´intervento, tra gli altri, di: Eduardo Corrales del Partito Comunista dei Popoli di Spagna (PCPE), Sotiris Zarianopoulos eurodeputato del Partito Comunista di Grecia (KKE) e l´On. Marco Rizzo, Segretario generale del Partito Comunista (Italia).

L´iniziativa organizzata dal Partito Comunista - si afferma in una nota stampa - ha l´obiettivo di mettere in evidenza la natura antipopolare del G7 e denunciare le linee politiche di sfruttamento, ineguaglianza e guerra contro i lavoratori e i popoli del mondo che saranno ulteriormente definite in questa riunione tra i capi di stato e di governo di 7 potenze imperialiste, principali membri e alleati NATO, assieme all´Unione Europea e al Fondo Monetario Internazionale per promuovere gli esclusivi interessi dei grandi gruppi industriali e finanziari.

Questo, in una terra, la Sicilia, trasformata da anni in piattaforma di guerra strategica al centro del mediterraneo mentre subisce pesantemente la precarietà lavorativa, disoccupazione di massa, distruzione dell´agricoltura locale e taglio dei servizi fondamentali.

Il Partito Comunista parteciperà inoltre al corteo anti-G7 che partirà alle ore 15 dal terminal bus di viale dionisio. "Saremo a Giardini Naxos – dichiara Alessandro D´Alessandro, segretario regionale del PC - per dimostrare che il G7 è espressione di un sistema marcio che non è in grado di garantire alcun futuro al progresso dell´umanità generando solo sfruttamento, guerra, disuguaglianza sociale e territoriale, miseria, profughi. Per il nostro futuro è necessario opporsi alle politiche di smantellamento dei diritti sociali volute da UE, BCE e FMI così come alla militarizzazione del territorio siciliano per i piani imperialisti di guerra. Lanciamo – conclude - il contrattacco per un´alternativa fuori dall´UE e dalla NATO basata sugli interessi reali dei lavoratori e dei popoli che necessitano di metter fine alle antipopolari linee politiche a favore del grande capitale promosse dal Vertice e al sistema che rappresenta".


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

cookie