15 Luglio 2020
news
Un Comune Jonico?

Costituzione di un unico Comune Jonico? La minoranza di Casalvecchio riformula l´invito al Sindaco Marco Saetti.

13-06-2014 14:02 - VALLE DELL´AGRO´
CASALVECCHIO SICULO - "Sono solo parole" è il titolo di una canzone dell´artista Noemi o "Parole Parole" del duo Mina-Alberto Lupo. I riferimenti ad altri testi per definire il termine di "Parole" sono tante, come quello che accade in politica, lasciamo stare quella nazionale, il nostro riferimento è prettamente locale, punto di partenza Casalvecchio Siculo punto di arrivo, o meglio il "desiderio" è l´intero comprensorio jonico che va dà Capo Alì a Capo S. Alessio.

Ritorna di attualità nello spazio di poco meno di un mese la proposta lanciata dal consigliere di minoranza del Comune Collinare Marcella Russo quella di costituire un unico comune jonico? L´iniziativa subito supportata dai colleghi di cordata viene proposta al primo cittadino Marco Saetti di farsi promotore. Risultato? .......parole soltanto parole....ovvero quando bisogna passare dalle parole ai fatti, il meccanismo trova un arduo ostacolo da superare: mancanza di volontà o incapacità di gestire un progetto così ambizioso?

Vista l´immobilità del primo cittadino Marco Saetti, il gruppo di minoranza di Casalvecchio Siculo ritorna nuovamente alla carica riproponendo nuovamente l´istituzione di un Comune Jonico, argomento da discutere in Consiglio Comunale oltre ad un dibattito pubblico. Sarà la volta buona.......lo sapremo fra qualche giorno.

Intanto il gruppo di minoranza del Comune di Casalvecchio, composto dal Capogruppo Giovanni Santoro - Concetto Crisafulli, Marcella Russo e Maria Antonia Smiroldo, ha emesso un comunicato - dopo aver messo a conoscenza (tramite stampa e contatto verbale diretto nel precedente Consiglio Comunale) il Sindaco, la Giunta e i Consiglieri di Maggioranza della proposta avanzata dal Consigliere Marcella Russo di iniziare l´iter di costituzione di un Unico Comune Jonico con capofila Casalvecchio,riformula l´invito e ripropone una convocazione straordinaria del civico consesso ed un incontro pubblico con i cittadini per discutere un argomento così importante per il futuro della nostra comunità.

A tutt´oggi si sono sentite solo belle parole di collaborazione rivolte alla minoranza, da parte del Sindaco,ma niente fatti , tipico dei soggetti politici che si identificano in quel partito vincitore alle ultime Europee , non intuendo che il successo elettorale è stato solo del rottamatore.

Il nostro Sindaco comincia a rendersi conto di aver bisogno tra i suoi collaboratori di quel qualcosa in più, visto il disinteresse da parte degli attuali amministratori di maggioranza riguardo le problematiche importanti. Per Casalvecchio come per tutti i Comuni della nostra zona non ci sarà un futuro roseo, anche perché la scadenza di Settembre si sta avvicinando e nessuno ha le idee chiare sul da farsi, ma state certi che i poteri forti già sanno come muoversi, quindi noi promotori di questo progetto; ci rivolgiamo a tutti quegli amministratori della riviera che veramente hanno a cuore le sorti del nostro comprensorio inviando loro un messaggio forte; sbrighiamoci a unirci , uniti possiamo fare delle scelte importanti per il futuro e valutare attentamente, vista l´ubicazione del nostro territorio , se aderire ad una eventuale Città Metropolitana di Messina ,che però ha altri obiettivi (in primis salvare la città stessa e l´area dello stretto) o avvicinarci ad un polo turistico- economico Taorminese che guarda un po´ più alla forte città Metropolitana di Catania.

AMMINISTRATORI del comprensorio, non emulate il Sindaco di Casalvecchio, non lasciatevi frenare e condizionare dagli equilibri politici paesani e dagli accordi elettorali; pensiamo al futuro dei nostri cittadini; cominciamo ad agire alla grande e non continuare a sottostare ai politici di turno portando acqua al loro mulino,come finora si è fatto , state certi che vi considerano e vi considereranno sempre dei piccoli portatori di acqua, dandovi qualche volta un contentino personale, mai niente di grande per la crescita della comunità.

Questo vale per gli amministratori di Casalvecchio come per i circa 350 amministratori ufficiali (senza contare chi sta dietro le quinte) dei Comuni che vanno da Capo Alì a Capo S. Alessio.
Vi siete mai chiesti tutti questi amministratori in un cosi piccolo territorio cosa ci fanno ? Forse servono per litigare (politicamente parlando) portare voti all´uno o all´altro, mai uniti per i rappresentanti locali, l´unica cosa in cui sono uniti è frenare la crescita della riviera Jonica , così da incrementare le aspettative personali dei piccoli politicanti .


I consiglieri di minoranza:Giovanni Santoro , Concetto Crisafulli, Marcella Russo e Maria Antonia Smiroldo

TAORMINA

VIDEO


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account