10 Luglio 2020
news
Il consigliere di minoranza Marcella Russo

Casalvecchio Siculo: Il Consigliere di Minoranza Marcella Russo lancia l´idea di un Comune Jonico. Da Capo Alì a Capo S. Alessio.

16-05-2014 23:41 - VALLE DELL´AGRO´
Il Consigliere di Minoranza del Comune di Casalvecchio - Marcella Russo - eletta nella lista Competenza e Serietà - Lavorare per Crescere, scrive al primo cittadino Marco Saetti riguardante la costituzione di un unico comune della Valle dell´Agrò.

Il Consigliere Russo oltre a criticare il comportamento del Sindaco Saetti, rilancia con un proposta ancora più ambiziosa: formare un unico Comune Jonico da Capo Alì a Capo S. Alessio.

Al riguardo abbiamo ricevuto e pubblichiamo la lunga nota dove il Consigliere Marcella Russo spiega il suo progetto ambizioso:

Il contenuto di questo comunicato è rivolto in particolar modo agli Amministratori ed ai Cittadini della Comunità di Casalvecchio Siculo e per conoscenza a tutti gli Amministratori dei paesi della riviera Jonica compresi tra Capo Alì e Capo S. Alessio.

visto l´esito dell´incontro indetto dal Sindaco di S. Teresa,riguardo la costituzione del Comune della Valle Dell´Agrò (organizzato in modo poco chiaro e precipitoso);

viste le condizioni dei nostri comuni in merito alle nuove disposizione emanate dalla Regione Sicilia relativamente alla costituzione di Città Metropolitane e liberi consorzi di Comuni;

vista la discussione avvenuta nel suddetto incontro sulla eventuale creazione di un unico Comune della Valle dell´ Agrò ,( soluzione valida per la crescita del nostro territorio )
preso atto della quasi totale bocciatura della proposta, da parte degli amministratori partecipanti all´incontro, perché considerata una perdita di identità delle varie comunità,
( ma disposti ad unirsi nei servizi ,l´importante è salvare la poltrona ) ;

la sottoscritta in qualità di Consigliere di minoranza del Comune di Casalvecchio, si rivolge in particolare al Sindaco del proprio Comune quale rappresentante in seno a quell´incontro, ed indicato come uno dei maggiori oppositori alla creazione del Comune unico dell´Agrò , per invitarlo a :
1°) convocare un Consiglio Comunale straordinario per discutere in dettaglio l´argomento.

2°) interpellare i cittadini in un pubblico incontro, prima di prendere qualunque decisione, in modo da informarli sulle varie possibili soluzioni in merito alle scelte da fare ,e non porli all´ultimo minuto davanti ad un eventuale referendum di cui sconoscono l´importanza.

E´ sicuramente d´obbligo chiedersi quali possibilità di sviluppo economico , sociale, culturale, nei servizi ed in tutti i settori lavorativi, la piccola comunità Casalvetina potrebbe avere facendo parte di un unico grosso comune ,pur mantenendo sempre la propria identità nelle varie tradizioni , che non si potranno mai cancellare anche quando l´istituzione Comune non esisterà più. Ci penseranno tutte le valide associazioni presenti sul territorio.
Non si può più pensare alla vecchia maniera e salvaguardare la propria posizione e quella degli attuali amministratori facendo rimanere una piccola comunità come la nostra isolata dal resto del comprensorio .

Dove è finita l´apertura al territorio da lei tante volte decantata?
Dopo questa mia riflessione,vorrei proporre pubblicamente al nostro Sindaco ed alla nostra amministrazione di farsi portavoce e di lanciare una proposta forte, di aggregazione in un unico Comune non solo dei Paesi della Valle dell´ Agrò , ma di tutti i Paesi che fanno parte del comprensorio che va da Capo Alì a Capo S. Alessio prendendo come modello amministrativo il Comune di Santa Teresa ,dove sono stati istituiti i consigli di quartiere che a Santa Teresa non hanno senso di esistere ,ma in un comune unico formato da 40.000 abitanti e da un territorio vasto con esigenze diverse sarebbero utilissimi ,così i vari amministratori degli attuali Comuni conserverebbero anche le loro cariche istituzionali anziché Sindaci , Assessori e Consiglieri Comunali di piccole realtà ,sarebbero Amministratori di Quartieri e rappresentanti di aree facenti parte di un grande Comune restando sempre vicini ed a contatto con le realtà territoriali che in questo momento rappresentano , avendo così uno spessore politico ed amministrativo decisivo nelle scelte in un´ eventuale aggregazione alla Città Metropolitana di Messina.

Ricordo al Sindaco Marco Saetti l´impegno preso coi Cittadini di Casalvecchio ,cioè quello di far cambiare volto a questa comunità di dare un taglio al vecchio modo di Amministrare, e di creare sviluppo soprattutto occupazionale per i Casalvetini; che fino ad oggi di tutto questo hanno visto ben poco ,anzi a molti dà l´impressione che si sta avendo una gestione della cosa pubblica molto limitata, cercando di risolvere l´ordinario e continuando sulla stessa scia dei vecchi amministratori , pur pubblicizzando il contrario , tralasciando le grandi problematiche, la creazione di lavoro in primis e non parlo di assistenzialismo temporaneo che è quello che si sta facendo , ma di sviluppo reale con proposte concrete che attivino l´economia di tutto il comprensorio e di conseguenza quella della comunità Casalvetina , per questo dico fortemente al Sindaco di far partire da un piccolo Comune come Casalvecchio la proposta di nascita di un grande Comune Jonico dove far veramente decollare lo sviluppo del territorio in tutti i settori e valorizzare realmente i nostri tesori . Questo sarebbe veramente un grosso inizio di svolta , cambiamento e crescita

Marcella Russo - Consigliere Comunale di Minoranza di Casalvecchio Siculo

TAORMINA

VIDEO


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account