01 Dicembre 2021
news
percorso: Home > news > TAORMINA

Taormina: un referendum popolare potrà decidere sulla viabilità oggi a senso unico.La cittadinanza potrà pronunciarsi con un voto

01-11-2021 16:23 - TAORMINA
Un referendum per bocciare o mantenere l’attuale viabilità a Taormina è il nuovo capitolo che arricchisce lo scenario politico in questi giorni.

Si ricorderà che lo scorso 8 marzo il nuovo piano viario, nel centro storico, è entrato in vigore con ordinanza del Comandante della Polizia Municipale, Agostino Pappalardo. Una viabilità, si disse, che sarebbe stata sperimentale e propedeutico alla istituzione delle ZTL, unico strumento di cui necessità la città di Taormina per gestire il traffico locale, notevolmente sollecitato durante il periodo estivo e la programmazione di spettacoli anche a caratura internazionale.

L’Amministrazione Bolognari ha voluto, caldamente, il nuovo assetto viario che cancella di fatto il ‘doppio senso’ di marcia, sulla circonvallazione, istituendone il ‘senso unico’ a salire e discendere nelle gallerie Porta Catania e Monte Tauro, obbligando così di fatto tutti coloro che abitano nella zona alta di Taormina e i molesi ad attraversarle per raggiungere il centro, così come i tanti residenti della zona Dietro i Cappuccini/Contrada Zappulla.

Di questo "provvedimento, sperimentale, volto ad evitare intasamenti e scoraggiare l’uso delle auto, soprattutto dei residenti, del favoreggiamento alla percorribilità, a piedi, della via Circonvallazione spesso frequentata dai turisti” come ha dichiarò inizialmente il Primo Cittadino, si è accesa la polemica locale tenendo banco per tutta la primavera e, come prevedibile, la stagione estiva, quando la cittadina è stata presa d’assalto dai vacanzieri.
Molti cittadini si son fatti sentire sui social improntando anche una raccolta di firme, nella speranza di essere ascoltati perché contrari a quello che è stato ribattezzato il "girolongo".


Nel frattempo, nulla è cambiato e le molteplici voci non sono state prese in considerazione… forse non per molto, osiamo dire!

Per chi vorrebbe il ripristino del ‘doppio senso di circolazione’, e sono in molti, si paventa la possibilità di un democratico e popolare ‘referendum’ al fine di bocciare o mantenere l’attuale piano viario.
Il tema viabilità incentrerà, nuovamente, la discussione consigliare e comunale sospinta dall’interesse di movimenti e gruppi cittadini a dire la propria.


Sull’argomento è vivo l’interessamento ad una aperta valutazione de I Movimentati per Taormina (MxT) che in questi giorni si fa promotore dell'iniziativa.

Il referendum popolare – ha pronunciato Cesare Tajana, in qualità di responsabile del MxT - è uno strumento di democrazia che avvicina i cittadini alla politica la quale spesso ne è distante. Lo statuto del Comune di Taormina prevede l’istituto del referendum, a cui però va associato un regolamento che, allo stato attuale, non è stato ancora deliberato dal consiglio comunale. Proprio a causa di questa carenza, alcuni consiglieri comunali si sono dichiarati disponibili a sottoporre al Consiglio comunale una bozza di regolamento che, da qui a brevissimo, potrà essere posta in discussione e così dare il via all’iter necessario per l’indizione del referendum.

Si prevedono settimane di acceso dibattito sulla viabilità, così com’è notorio che l’Amministrazione Bolognari difenderà strenuamente il suddetto piano.

Intanto ci domandiamo: arriverà prima il referendum popolare o la ZTL tanto promessa?



Fonte: Rosa Anna Salsa

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
icona chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

cookie