28 Novembre 2021
news
percorso: Home > news > GIARDINI NAXOS

Giardini Naxos - Lunedi 1 Marzo i "Ragazzi in Piazza" per una "raccolta firme" a tutela dei lavoratori stagionali

27-02-2021 21:27 - GIARDINI NAXOS
I Ragazzi in Piazza…Adesso tocca a noi!!! Sono passati quasi 12 mesi, loro non mollano, sempre in prima linea in rappresentanza dei lavoratori stagionali e a tempo determinato, ma non solo per tutti quei lavoratori rimasti “causa pandemia Coronavirus” esclusi da qualsiasi forma interamente o parziale dagli aiuti da parte dello Stato.

In quest’arco di tempo, quante le iniziative intraprese su tutto il territorio nazionale per far valere i propri diritti di lavoratori, loro non mollano, anzi continuano nella loro protesta in maniera civile, attraverso i canali permessi dalla democrazia, ecco che Lunedi 1 Marzo dalle 9.30 alle 16.30 saranno nuovamente in piazza “per una raccolta firme solidale a sostegno dei lavori stagionali” su tutto il territorio nazionale, tutti uniti per la stessa causa.

I ragazzi in 13 piazze italiane: Un’evento che vedrà scendere in “piazza” allo stesso giorno e alla stessa ora ben 13 città turistiche dello Stivale (Giardini Naxos e Lipari (Me), Campo nell’Elba (Li), San Donà di Piave (Ve), Lignano Sabbiadoro (Ud), Sciacca (Ag), Tropea (VV), Sorrento e Ischia (Na), Fiumefreddo di Sicilia (Ct), Comiso (Rg), San Pietro Vernotico (Br) e Sassari (SS).

Tra queste realtà turistiche in prima linea c’è anche Giardini Naxos (presso piazza Municipio) che insieme ad altre 13 cittadine saranno il punto di riferimento per una “petizione di sensibilizzazione” riguardo il problema dei lavoratori stagionali, tempo determinato e di somminitrazione, il tutto per non far cadere nel dimenticatoio un problema sociale che non è stato mai risolto e che riguarda tanti ITALIANI, dignitosi lavoratori, che da questa emergenza sanitaria hanno subito un doppio colpo: sanitario e di sostentamento.

Obiettivo dei “Ragazzi in Piazza” (gruppo promotore) insieme ad altri gruppi ANLS (Associazione Nazionale lavoratori stagionale), MLS (movimento lavoratori stagionali Naspi), ALSI (Associazione lavoratori stagionali italiani), CDNCCC (Comitato dipendenti NCC Campania), e VIVA LA BANDA (Associazione di musicanti e maestri) raccogliere nelle 13 piazze italiane le firme per una lettera di richiesta da inviare al Governo per “chiedere” una serie di interventi.

Il contenuto della lettera PETIZIONE: Il documento inizia con la citazione dell’Articolo 3 della Costituzione Italiana…prosegue…
…Consapevoli dell’attuale emergenza sanitaria invitiamo alla sensibilizzazione riguardo l’aggravarsi delle condizioni di sostentamento di determinate categorie. In rappresentanza dei lavoratori stagionali e a tempo determinato ma anche di ogni settore dipendente dalle condizioni e dalle caratteristiche territoriali che non permettono un lavoro ordinario e imperituro, esattamente quei lavoratori rimasti coinvolti drammaticamente dagli eventi legati alla pandemia e che si sono visti escludere interamente o parzialmente dagli aiuti emanati dallo Stato
CHIEDIAMO
- Un'unica soluzione di sostegno definitiva che possa includere tutti i lavoratori provatamente coinvolti senza più distinzioni di sottocategorie ma piuttosto basandosi sul reale bisogno comprovato dal proprio storico lavorativo.

- Una proroga Naspi per tutti i lavoratori che ne hanno maturato il diritto quest’anno. Prolungamento automatico che possa coprire il periodo in cui non vi è praticamente possibilità di occupazione.

- Prendere in considerazione un controllo dinamico e una più chiara definizione degli interventi al fine di evitare la discrezionalità dei diversi uffici INPS territoriali.

- Prendere in considerazione un provvedimento di ridimensionamento significativo riguardo la tassazione delle strutture legate al turismo e alla ristorazione, settori questi gravemente colpiti dalla crisi, a patto che le suddette strutture rispettino, in maniera comprovata, le condizioni contrattuali previste dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL)

- Il rispetto delle attuali condizioni contrattuali (CCNL) e la reale tutela dei diritti dei lavoratori del turismo, infine l’impegno dello Stato in una lotta senza quartiere contro i trasgressori e contro il lavoro in nero”



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
icona chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

cookie