27 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > PREVIDENZA

I contributi 2004 per i lavoratori domestici.

28-02-2014 22:45 - PREVIDENZA
Con la circolare n. 23 del 10 febbraio scorso, l´Inps ha fatto conoscere i nuovi importi dei contributi dovuti, per il 2014, dai datori di lavoro domestico, a seguito della variazione percentuale dell´indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati nel periodo gennaio 2012-dicembre 2012 e nel periodo gennaio 2013-dicembre 2013 (1,10%), che ha prodotto l´aumento delle fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti.

Viene confermata, precisa la circolare 23, la minore aliquota contributiva dovuta per l´Assicurazione sociale per l´impiego (Aspi) dai datori di lavoro soggetti al contributo per gli assegni familiari (Cuaf), mentre per i rapporti di lavoro a tempo determinato continua ad essere applicato sulla retribuzione imponibile il contributo addizionale dell´1,40%.

Rapporti di lavoro senza contributo addizionale. Per lavoratori italiani e stranieri, gli importi contributivi orari per rapporti fino a 24 ore settimanali sono i seguenti. Per retribuzioni orarie fino a 7,86 euro: 1,39 euro con quota assegni familiari e 1,40 senza quota (di cui 0,35 a carico del lavoratore); per retribuzioni orarie oltre 7,86 e fino a 9,57 euro: 1,57 euro con quota assegni familiari e 1,58 senza quota (di cui 0,39 a carico del lavoratore); per retribuzioni orarie oltre 9,57 euro: 1,91 euro con quota assegni familiari e 1,92 senza quota (di cui 0,48 a carico del lavoratore).

Rapporti di lavoro a tempo determinato con contributo addizionale. Per questi rapporti, gli importi contributivi orari sono i seguenti. Retribuzione fino a 7,86 euro: 1,49 euro (1,50 con Cuaf); retribuzione oltre 7,86 fino a 9,57 euro: 1,68 euro (1,69 con Cuaf); oltre 9,57: 2,04 euro (2,06 con Cuaf). Il contributo Cassa assegni familiari non è dovuto solo nel caso di rapporto tra coniugi (ammesso soltanto se il datore di lavoro coniuge sia titolare di indennità di accompagnamento) e tra parenti o affini entro il terzo grado conviventi.

Rapporti di lavoro di almeno 25 ore settimanali. Qualora il rapporto di lavoro superi le 24 ore settimanali (tutte effettuate presso lo stesso datore di lavoro), l´importo del contributo orario è unico, a prescindere dalla retribuzione corrisposta: 1,01 euro con Cuaf, 1,02 senza Cuaf per rapporti di lavoro senza contributo addizionale (di cui 0,24 a carico del lavoratore); 1,08 con Cuaf e 1,09 senza Cuaf (di cui 0,25 a carico del lavoratore) per rapporti con contributo addizionale.

La prossima scadenza di pagamento. Poiché il termine per il versamento all´Inps dei contributi in questione scade il 10 del mese successivo alla fine di ogni trimestre solare, la prossima scadenza, con l´applicazione dei nuovi importi orari, sarà quella del 10 aprile.


Di Giovanni Pavone
TAORMINA
VIDEO

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio