22 Ottobre 2020
news

Delitto Roberto Scipilliti: è mistero sul movente. Potrebbe trattarsi di una vendetta o di un regolamento di conti.

19-01-2017 23:41 - VALLE DELL´AGRO´
Savoca - Hanno seguito il segnale del telefono cellulare. Un trasmettitore è riuscito ad agganciare la cella concentrando le ricerche nelle campagne di Savoca, comune arroccato sopra un colle nella zona jónica di Messina.

E´ stato il segnale del telefono cellulare a condurre fino al dirupo dove sabato pomeriggio è stato trovato il cadavere di Roberto Scipilliti, 55 anni, il vigile del fuoco scomparso da Roccalumera. Una fine terribile, come ha svelato l´autopsia che ha confermato quelli che erano i primi sospetti degli investigatori: si tratta di un omicidio. Scipilliti come è emerso dall´autopsia, è morto raggiunto da un proiettile alla nuca. Un solo colpo di pistola, forse di piccolo calibro. Non è chiaro se è stato fatto inginocchiare prima di essere ucciso, come si fa nelle più spietate esecuzioni.

Sembra ormai certo che il proiettile è entrato ed uscito, ma non è stato trovato dai carabinieri che hanno battuto palmo a palmo tutta la zona alla ricerca di un´ogiva di qualche altro reperto. Non è escluso che comunque si possa arrivare al calibro attraverso l´analisi balistica. Molto probabilmente la morte risale allo stesso giorno della scomparsa. Era il 5 gennaio quando era uscito da casa, a Roccalumera, senza fare più ritorno indietro. Giorni di silenzio e preoccupazione per la sua famiglia che si era rivolta ai carabinieri. Poi nei giorni seguenti il maltempo e neve hanno contribuito a rendere le ricerche ancora più difficoltose.

Quello che inizialmente è sembrato un caso di "scomparsa" ha cominciato ad assumere caratteri diversi sabato scorso, nel pomeriggio, quando Scipilliti è stato trovato cadavere in fondo ad un dirupo di contrada Rina a Savoca, nei pressi di una strada provinciale agricola Savoca- Scopelliti- Rina. A segnalare la sagoma un cane specializzato nella ricerca di persone. Il corpo era parzialmente coperto dalla neve e da un sacco nero. Sotto le scarpe è stato trovato poco terriccio come se avesse fatto poca strada a piedi, Scipilliti indossava una giacca k-way e nella tasca il telefono cellulare. Per qualche tempo il telefonino ha inviato segnali, anche perché era stata impostata una sveglia che si attivava ad una determinata ora, seguendo quei segnali i carabinieri e quanti lo cercavano, sono riusciti a restringere il campo delle ricerche.

Le indagini proseguono serrate e silenziose, poco trapela dagli investigatori che adesso devono chiarire se Scipilliti quel giorno avesse un appuntamento con qualcuno. Il suo fuoristrada è stato ritrovato regolarmente parcheggiato sul lungomare di Santa Teresa Riva ben lontano dal luogo dove poi è stato ritrovato. Forse proprio da quel punto ha incontrato qualcuno, è salito su un altro mezzo e portato a Savoca dove poi è stato ucciso. Interrogativi ancora da sciogliere così come il movente che resta per il momento oscuro. Si è trattato di una vendetta? Un regolamento di conti? Una reazione spietata ad una discussione che è degenerata?

Molto probabilmente chi lo ha condotto fino a quel luogo particolarmente impervio, in aperta campagna, conosceva la zona e come arrivarci. I carabinieri della Compagnia Sud che svolgono le indagini, stanno scavando nella sua vita privata, si controllano i suoi contatti ed il traffico telefonico, come ha trascorso gli ultimi giorni. Si cerca di chiarire quali interessi avesse toccato il vigile del fuoco che sono potuti sfociare in una reazione così violenta che farebbe pensare ad una spietata esecuzione.

Si guarda anche al passato. Scipilliti era stato coinvolto in un´inchiesta sulle truffe all´Ue ed all´Agea, l´agenzia per le erogazioni in agricoltura. L´inchiesta aveva svelato che attraverso false attestazioni circa la proprietà di terreni agricoli era possibile ottenere i contributi dell´Agea.

Fonte - Giornale di Sicilia - Letizia Barbara
TAORMINA
VIDEO

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio