27 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > News Sicilia

Coronavirus: Otto deputati dell' Ars chiedono per chi è in quarantena un corretto smaltimento dei rifiuti.

26-03-2020 10:20 - News Sicilia
La nota di otto deputati ARS a Pierobon: “L'aumento dei casi di contagio con isolamento in casa da un lato e l'obbligo di quarantena per molti soggetti dall'altro, comporta anche la necessità di un corretto smaltimento dei rifiuti che tutti questi cittadini producono, potenzialmente esposti e portatori del virus. Siamo di fronte a rifiuti speciali pericolosi che non possono essere smaltiti con e come gli altri, ma richiedono procedure e percorsi differenziati.

A sollevare il problema sono otto deputati regionali (Carmelo Pullara e Giuseppe Compagnone dei Popolari-Autonomisti, Marianna Caronia, Giovanni Bulla e Antonio Catalfamo della Lega, Luisa Lantieri e Giuseppe Gennuso di Ora Sicilia e Stefano Pellegrino di Forza Italia), secondo i quali “occorre che la Regione impartisca precise istruzioni alle ASP, ai Comuni e alle società coinvolte, oltre che ovviamente ai cittadini direttamente interessati, perché questi rifiuti siano raccolti e smaltiti in modo differenziato, ricorrendo ove necessario a ditte specializzate.”

Gli otto parlamentari affermano di essere interventi “per sensibilizzare l'Assessore all'energia e rifiuti Pierobon, già a lavoro sul tema, perché definisca in pochissimi giorni, di concerto con le competenti autorità ed enti, le procedure corrette e le eventuali risorse necessarie per affrontare questa che potrebbe trasformarsi in una ulteriore problematica igienico-sanitaria.” “Non possiamo correre il rischio – concludono gli otto deputati - che mentre il contagio inizia a rallentare per la stretta sulla mobilità dei cittadini, si creino altri potenziali canali di diffusione.”


TAORMINA
VIDEO

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio